La rubrica della Roma. Cuore Giallorosso
Roma 4 Palermo 1: sollievo in vista del derby

Dopo le delusioni contro Udinese e Parma arriva il riscatto della Roma contro un Palermo inesistente e sempre più giù in classifica. I giallorossi ritrovano gioco e punti, dominando in lungo e in largo il posticipo dell’11a giornata e andando in gol con tutti gli attaccanti: la sfida dell’Olimpico è infatti decisa da Totti, Osvaldo, Lamela e Destro, con quest’ultimo espulso dopo essersi preso il secondo giallo per essersi tolto la maglia per esultare in seguito alla sua prima firma nella Capitale. Inutile la rete ospite di Ilicic nel finale, viziata peraltro da un fallo di Miccoli su Burdisso.

Difficile veramente trovare un peggiore in campo tra i ragazzi di Zeman, che a pochi giorni dal derby di domenica contro la Lazio, adesso distante solamente 2 lunghezze, hanno mostrato una gran voglia di fare e di divertire, cancellando, per almeno 90 minuti, tutti i limiti tecnici e psicologici emersi nelle ultime gare.

Al di là di ogni discorso, è sembrata comunque palese una cosa: quando la Roma decide di giocare e di restare concentrata fino alla fine, non solo le partite le sa vincere, ma le sa STRAvincere. Peccato per le troppe occasioni gettate al vento nelle scorse settimane, ma la stagione è ancora lunga, e nel calcio non si sa mai.
Tuttavia sarebbe un errore imperdonabile quello di credere che tutti i problemi siano finiti con questo successo. Sicuramente si è vista un’ottima Roma, questo sì, ma servono conferme. E proprio in questo senso la Lazio costituirà un bel banco di prova, anche perché, a differenza dei giallorossi, gli aquilotti hanno preso una brutta botta a Catania, e giocheranno, come si dice in gergo, col sangue agli occhi. Convinzione nei propri mezzi, dunque, ma guai ad abbassare la guardia!

Luca Rossetti

Lascia un commento