Prima porta, spacciava cocaina tra i loculi del cimitero

loculi-cimitero_fullE’ stato sorpreso proprio lì dove i vivi omaggiano le spoglie dei morti, proprio dove nessuno si immaginerebbe di assistere ad una vendita clandestina di droga. Eppure succede anche questo. Un 28enne, già conosciuto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dai carabinieri mentre spacciava all’interno del cimitero “Flaminio”.

L’episodio è accaduto ieri,  quando il cimitero era colmo di gente in occasione della giornata della commemorazione dei defunti. Due pattuglie dei carabinieri erano all’esterno a sorvegliare la zona quando hanno notato il romano assumere un atteggiamento sospetto nei pressi del parcheggio e, pensando che il suo intento fosse quello di rubare nelle autovetture lasciate incustodite dai visitatori, non lo hanno perso di vista.

Il 28enne è entrato nel cimitero, i militari lo hanno pedinato e, una volta fermatosi tra i loculi, si sono defilati per osservarlo. Dopo pochi istanti, alcune persone gli si sono avvicinate alle quali ha ceduto delle dosi di cocaina e a quel punto i Carabinieri sono usciti allo scoperto arrestando lo spacciatore. E’ scattata la perquisizione presso la sua abitazione dove sono stati rinvenuti una pianta di marijuana, altre dosi di cocaina e di hashish e materiale per confezionare la droga in dosi. Arrestato con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti, l’arrestato sarà processato con il rito per direttissima.

Sara Stefanini

Lascia un commento