Archivi tag: petkovic

Rubrica del calcio del lunedì
La serie A vista da Marco Stiletti

007 Inter. Tra le prime quattro vince solo l’Inter. Non è stata una vittoria qualunque, quella allo Juventus Stadium, per la squadra di Stramaccion. Una vittoria che ha sapore di impresa. Le imprese che compie un agente secreto dopo aver ricevuto le indicazioni dal capo. Stamaccioni e la sua Inter si sono trovati dopo in un fine settimana con gli indizi della svolta riassunti nel fattore S: la S di Stramaccioni e della sua spensieratezza tattica e la S di scudetto, che strizza l’occhiolino tricolore ai nerazzurri, per la prima volta a portata di un’altra S, quella del sorpasso. Continua a leggere

Lazio: è Petkovic l’uomo giusto? Tifoseria scettica

Slitta la firma del contratto per Vladimir Petkovic, futuro allenatore della Lazio. L’incontro con il presidente Claudio Lotito avverrà nei primi giorni della prossima settimana, salvo imprevisti dell’ultimo momento.

Pronto per lui un biennale da 600 mila euro, forse anche qualcosa in meno. Intanto oggi il tecnico bosniaco, dal passaporto anche croato, si incontrerà di nuovo a Roma con il ds biancoceleste Igli Tare. Con ogni probabilità verranno definite le date del ritiro estivo, che scatterà il 9 luglio nella solita location di Auronzo di Cadore (Bl). Petkovic indicherà un programma di massima sulle amichevoli da disputare nel ritiro pre-campionato, con l’incognita dei preliminari di Europa League (in programma il 23 e 30 agosto) che quasi sicuramente salteranno, a causa della bufera del calcio scommesse in atto. In visita a Formello ieri mattina, Petkovic si è allontanato dal campo sportivo con Igli Tare verso l’ora di pranzo per iniziare a gettare le basi sulle mosse di calcio mercato per la prossima stagione.  

Vladimir Petkovic e lo staff – Professionista a tempo pieno con lo Young Boys, sino al 2006 era dipendente della Caritas di Lugano. E’ arrivato ai preliminari di Champions. In Turchia, alla prima esperienza all’estero, ha vinto 4 partite in 22 giornate e non è riuscito a evitare l’esonero: il Samsunspor è retrocesso. Sarà invece  Arno Rossini il vice allenatore della Lazio. Era stato il mister di Petkovic ai tempi in cui giocava nel Bellinzona tra il ‘93 e il ‘96. Nelle ultime tre stagioni aveva lavorato come osservatore dello Young Boys. L’ultima esperienza di Rossini da primo allenatore risale al triennio 2005-2008 sulla panchina del Locarno, nella Challenge League (serie B svizzera). Rossini ha vinto il ballottaggio con Simone Inzaghi e Alberto Bollini. Petkovic porterà anche il suo preparatore atletico di fiducia: si tratta di Paolo Longoni, che in passato ha lavorato in Svizzera e in Francia. Accanto a lui ci sarà Adalberto Grigioni (tecnico dei portieri) e Adriano Bianchini (preparatore per il recupero degli infortunati). Un altro collaboratore coadiuverà Petko attraverso i dati raccolti dalla tribuna e studiati attraverso il computer.

Petkovic, l’uomo giusto per la Lazio? – Difficile saperlo oggi, forse. Anche se i tifosi biancocelesti, si sarebbero aspettati di certo un nome diverso per la guida tecnica della squadra nell’era post-Reja. Da Zola, Di Matteo ad Almeyda. Tra questi, gli ultimi due sono molto legati ai colori biancocelesti per il loro passato. Invece, come al solito, Lotito ha spiazzato tutti. Scegliendo un uomo di cui si conosce davvero poco, se non un curriculum di scarsa affidabilità, che rappresenta una scommessa ad alto rischio. Su forte pressione di Tare, consigliato da Fioranelli, alla fine è stato scelto Petkovic. Noto anche come un allenatore tecnologico, ma non per questo più valido di altri. Basti pensare a quello che Luis Enrique, con il suo feeling con la tecnologia, ha fatto sull’altra sponda capitolina nella stagione appena conclusa. Di certo, aldilà dell’allenatore, la Lazio ha bisogno di una solida struttura societaria che dal 2004, anno dell’arrivo di Lotito, non esiste più. La preoccupazione, tra calcio scommesse, idee nebulose e poco convincenti, sono lecite per la tifoseria laziale.

Gianluca Natoli