Archivi tag: treestakelife

Le Treestakelife prendono vita al Circolo degli artisti
Canzoni del nuovo album in versione elettronica

Il Circolo degli artisti, nel cuore di Roma, non è un luogo per tutti. Si parla di artisti emergenti seri, di eventi che rimangono nel palinsesto delle serate romane. E così, le Treestakelife, timide ma decise, con il loro genere di musica ricercata e particolare, sono approdate per la prima volta sul palco calpestato da molte star famose per promuovere il loro primo album “Roll, sound and…action!”. Continua a leggere

Roll sound and action, il primo cd delle Treestakelife
La fresca poesia musicale presto in tour

Viaggiare con la fantasia sulla cresta dell’onda delle sinfonie prodotte da tre giovani ragazze, Martina, Mina e Veronica. In bilico tra l’atmosfera percepita nel noto cartone “Alice nel paese delle meraviglie” e una sensazione di serena libertà di sognare. Tutto nasce dal progetto “Treestakelife”, nel maggio 2009, quando la passione si è trasformata in musica. Continua a leggere

La band femminile Treestakelife si prepara per l’uscita del disco “Roll Sound and… Action!”

Un po’ di Radiohead con l’aggiunta di Debussy, metteteci i Baustelle e un pizzico del favoloso mondo di Amelie ed ecco il progetto TreesTakeLife. Gli ”alberi prendono vita” con tre giovani ragazze, unite dalla passione per la musica.


Martina Sanzi, fondatrice del gruppo, suona chitarra, melodica, ritmica. Mina Chiarelli canta, e suona piano, tamburello e tastiere. E poi c’è Veronica Giuffrè, la nuova arrivata con il suo dolce violino ma anche a lei la melodica non dispiace.

Il progetto TreesTakeLife nasce come una sfida: quella di produrre un sound diverso e allo stesso modo semplice capace di arrivare agli appassionati di musica e non, in grado di suscitare forti emozioni e di far viaggiare con la fantasia. Nel luglio 2009 il progetto si concretizza con la registrazione dell’EP d’esordio autoprodotto Let children be children again dove generi e influenze diverse si mescolano tra loro. A luglio 2010 viene selezionato tra le band emergenti vincitrici del “Frammenti Festival” e il 3 settembre si esibisce sul palco dopo lo spettacolo “Promemoria” di Marco Travaglio.

Il 2011 si rivela un anno molto prolifico per il duo, che decide di ideare e produrre un cortometraggio di cui cura la realizzazione video e le musiche. Il cortometraggio Urban Man in no Coffee Land riscuote un discreto successo e viene selezionato in molti concorsi di cortometraggi tra cui il Cortintesta Short Film Festival, Urban Islands, Martelive e MovieClub Film Festival. Attualmente le TreesTakeLife sono impegnate nella realizzazione del loro primo disco prodotto da Giacomo Bondi per Smoothnotes in uscita questo autunno.

Un vulcano continuo di idee. Ed ora eccole, più energiche di prima. Roll Sound and… Action! è il primo album di TreesTakeLife in uscita questo ottobre. Il disco, che conterrà diversi brani di cui sette precedentemente composti tra il 2009 e il 2011 e alcuni inediti, è prodotto da Giacomo Bondi e TreesTakeLife per conto di Smoothnotes Publishing.

L’artwork è stato creato proprio da Martina, Mina e Veronica e hanno cercato di ricreare un concept che si potesse riallacciare alla loro poetica musicale e al mood dei brani contenuti nel disco. L’eterogeneità delle tracce che compongono Roll Sound and…Action! permette all’ascoltatore di ritrovarsi in molteplici ambienti sonori e di potersi rispecchiare nei vari brani a seconda dei propri gusti e influenze musicali. Il titolo richiama fortemente l’ambiente cinematografico (da sempre, seconda passione del neo-trio) simboleggiando non solo l’inizio di una ripresa e di un racconto filmico ma anche un incoraggiamento verso l’inizio di una nuova strada.

Il teaser, interamente ideato, girato e montato da TreesTakeLife, contiene molti degli elementi che si ritrovano nel concept dell’artwork. Da sempre lo stop motion è una tecnica che ha affascinato le componenti del gruppo. Per anticipare il sound contenuto nel disco, il teaser contiene un frammento di The Best Road for Theodore (guarda il video qui sotto).

Kaleidoscopia ha incontrato la leader del gruppo al femminile, Martina Sanzi, che ci racconta le prossime tappe di Treestakelife ed il loro esordio.

Quando e come è nato il vostro progetto? Perché “Treestakelife”?
«Il nostro progetto nasce nel 2009 in una piccola stanza impolverata piena di libri e strumenti di tutti i tipi. La nostra idea è quella di comporre musica in modo libero, senza vincoli di alcun genere: per questo è fondamentale che ogni membro del progetto dia il proprio apporto creativo e impieghi le sue esperienze personali all’interno delle composizioni. Poiché riteniamo che gli alberi siano simboli di rinascita e spiritualità abbiamo cercato un nome che contenesse questa simbologia e potesse essere di buon augurio per la nostra musica. Siamo partite come un duo e in occasione dell’uscita del disco abbiamo deciso di unire le forze con la nostra amica e compagna di viaggio Veronica Giuffrè».

Quali sono i vostri progetti estivi?
«L’intenzione è quella di preparare un ottimo live in previsione dell’uscita del disco questo autunno lavorando e collaborando con altri musicisti che potrebbero arricchire l’aspetto ritmico dei nostri brani, che è una cosa di cui ancora non siamo particolarmente soddisfatte».


È  stato complicato trovare un modo di incidere il cd e quindi di tentare di farvi strada?
«Il mondo della musica è già di per se molto complicato: attraverso la rete  è molto facile farsi conoscere ma comincia a essere difficile emergere dalla massa. Ci è capitata questa fantastica opportunità in un momento di sconforto e quando abbiamo conosciuto il nostro produttore ed editore Giacomo Bondi (Smoothnotes Publishing) abbiamo capito che era quella la strada da intraprendere e ci siamo impegnate molto nella realizzazione di Roll Sound and…Action! La fase compositiva e le registrazioni in studio sono state divertenti e ci hanno lasciato un grosso bagaglio di esperienze: abbiamo mantenuto il nostro stile compositivo ma ci siamo anche affidate all’apporto creativo di Giacomo e alle collaborazioni all’interno del disco. Da Massimo Pastori (basso dei PianoForAirport) a Irene Caraba al violoncello fino a formare un piccolo coro di amici e altre band (come il progetto WrongOnYou! Con cui condividiamo spesso il palco e il musicista romano Tommaso Lòstia) che si sono uniti a noi in questa avventura. Naturalmente l’aspetto fondamentale è stata la collaborazione con Veronica al violino che ha arricchito moltissimo i nostri brani e continuerà a farlo anche nei futuri live».

Sara Stefanini