“Il bambino con la valigia rossa” di Aurora Cantini

BambinoValigiaRossaInt“Ogni giorno avevo atteso mia madre, ogni notte avevo pianto la sua lontananza. Nessuno mai venne a chiedere di me, nessuno scrisse una lettera”

Siamo in piena Seconda guerra mondiale a Bergamo, dove bambini senza nome vengono quotidianamente abbandonati da famiglie troppo povere di soldi o d’amore. Il bimbo con la valigia rossa che scrive in prima persona si chiama Pietro ed è nato negli anni Quaranta. A soli quattro anni lo spediscono nel brefotrofio, luogo di ‘parcheggio’ di bambini come lui. Con gli occhi attenti di un bambino l’autrice descrive e affronta tematiche importanti come l’abbandono, la guerra, il fascismo, l’arrivo degli Alleati e la rinascita. Continua a leggere

“Il portiere e lo straniero” di Emanuele Santi

emanuele_santi_il_portiere_e_lo_stranieroLo sport – e il calcio in particolare – come motore di ricerca per indagare
l’animo umano. Sembra essere ormai diventato, grazie soprattutto al
giornalista e commentatore sportivo Federico Buffa, un nuovo modo di
raccontare la storia e di catturare l’attenzione di un raggio più ampio di
pubblico, quei giovani ad esempio, di tutto il mondo, che nel calcio ripongono
una fede passionale, parabola della vittoria e del fallimento della loro stessa
esistenza sociale. Continua a leggere

Mariano Lamberti e il suo prossimo film: “Bandiera rosa”

Mariano-LambertiKaleidoscopia.it incontra il regista Mariano Lamberti alla vigilia del suo prossimo film, “Bandiera rosa”, sulla vita di Mario Mieli.

 

 

 

Continua a leggere