“Eisenstein in Messico” di Peter Greenaway

eisenstein in messicoIl gallese Peter Greenaway è un regista sofisticato, con una indubbia vocazione pop anni Ottanta a miscelare ecletticamente arte cinematografica con altre arti figurative o musicali; mi sono sempre chiesto infatti come Lars von Trier abbia potuto soffiargli un film come “Dancer in the dark” senza avere come tornaconto una scioccante crisi artistica. Ma debbo dire che con l’ultimo “Eisenstein in Messico” (titolo originale “Eisenstein in Guanajuato”) Greenway è riuscito ad accorpare in un caleidoscopio di colori e umori tutta la sua più provocatoria vena narrativa, tanto da poter affermare quasi con certezza che probabilmente questo è il suo lavoro più riuscito, più personale.

Continue reading

“Buon Vento. Viaggio nel gusto” di Sabrina Merolla

1399825222_copertina-del-libro-buon-vento-viaggio-nel-gusto-di-sabrina-merolla-alta-risoluzione

“Ci sono luoghi che ti cambiano sempre. Luoghi dove nasci ogni volta che ritorni” ASCOLTA IL KALEIDOAUDIO

Continue reading

“Youth” di Paolo Sorrentino

youth posterLa vecchiaia come un dolce sogno da strozzare nel sonno. Sorrentino a mio parere torna a ridefinire meglio il suo stile, dopo il troppo barocco “La grande bellezza” e lo fa usando la leggerezza, come una tentazione irresistibile.
La trama è semplice, anzi, è una non-trama, quasi un flusso del quotidiano soggiorno alpestre di alcuni personaggi, su tutti Fred e Mick, un direttore d’orchestra e un regista di cinema, amici da moltissimi anni. Continue reading